Kvaratskhelia, le ultime sul recupero dall’infortunio: c’è una certezza.

La presenza di Kvaratskhelia domani con l’Udinese resta in forte dubbio. Così scrive l’edizione odierna del Corriere dello Sport sul possibili ritorno tra i convocati per la sfida di sabato del georgiano: “Khvicha sta meglio con la lombalgia ma non ancora bene, tanto che ieri s’è limitato a un’altra sessione di terapie e di lavoro personalizzato in palestra, e così non gli restano che l’ultimo giorno utile e l’ultimo e decisivo test per capire se potrà quantomeno rientrare nell’elenco dei convocati dopo averne saltate due. La certezza, comunque, è che andrebbe in panchina anche se dovesse stringere i denti: toccherà a uno tra Elmas e Raspadori. Ancora una volta.

Kvara migliora ma la situazione non decolla: il programma di ieri, senza neanche un po’ di lavoro con il gruppo o in campo, suona come un indizio forte in merito alla sua disponibilità. Sia chiaro: qualche possibilità di ritrovarlo nell’elenco degli uomini chiamati in causa da Spalletti per la tappa finale di una maratona finora superba prima della lunga sosta esiste ancora, ma le percentuali non sono alte. Soprattutto perché da dieci giorni Kvaratskhelia non ha fatto altro che terapie per smaltire l’attacco di lombalgia acuta accusato dopo Liverpool e un po’ di palestra. Ieri con Sirigu: altro uomo candidato al forfait con l’Udinese. Oggi, dicevamo, andrà in scena il classico test decisivo. Con un presupposto di partenza: per vedere Khvicha almeno in panchina, le risposte del provino dovranno essere molto convincenti.


[Fonte:’TuttoNapoli’]